Villa della Regina

Villa della Regina

Villa della Regina, villa seicentesca, è un complesso di giardini e vigna situata nel quartiere Borgo Po della città di Torino. E’ stata costruita per volere del principe Maurizio di Savoia, figlio di Carlo Emanuele I ad inizio Seicento sul modello delle ville romane.

villa della reginaFa parte del circuito delle Residenze sabaude in Piemonte e dal 1997 è iscritta alla Lista del Patrimonio dell’umanità come parte del sito seriale UNESCO Residenze sabaude.

giardini villa della regina

Un po’ di storia

Il complesso di vigna e giardini fu costruito sulla collina torinese sul modello delle ville romane dal principe cardinale Maurizio di Savoia, figlio del duca Carlo Emanuele I ad inizio Seicento. Nel 1657 la moglie Lodovica ne amplia fabbricati e giardini, aggiornando decorazioni e arredi. Nel 1692 la Vigna passa ad Anna d’Orleans, moglie di Vittorio Amedeo II, che dispone, in quella che ormai sarà chiamata Villa della Regina, importanti interventi.

Con la guida di Filippo Juvarra, e poi di Giovanni Pietro Baroni di Tavigliano, si ridefiniscono spazi e rapporti con il giardino, l’arredo e le decorazioni con il coinvolgimento dei grandi artisti all’opera nei cantieri regi della capitale del regno.

Nel 1868 l’edificio passa all’Istituto per le Figlie dei Militari (ente soppresso nel 1975). La mancata manutenzione del delicato equilibrio fra costruito e giardini, seguita da graduale abbandono, parziali smembramenti, danni di guerra ed interventi impropri, hanno nel novecento compromesso lo straordinario complesso con un degrado prossimo al collasso.

Dal momento della consegna all’allora Soprintendenza per i Beni Artistici e Storici del Piemonte nel 1994 i restauri realizzati con fondi statali, di enti e privati, hanno ristabilito la situazione conservativa e la stretta connessione del Compendio di Villa della Regina con la Città, di cui, dall’inizio del Seicento, costituisce il fondale scenografico oltre il Po.

Dal 2006 la Villa della Regina è stata riaperta al pubblico anche se necessita ancora di riparazioni.

villa della reginaLa struttura si trova al centro di un vasto giardino (purtroppo non molto curato). Una doppia scala in curva con fontana centrale portava all’ingresso (ora chiuso). Adesso l’accesso si fa da un’entrata laterale in Strada Comunale Santa Margherita nr. 79.

villa della reginavilla della regina, fontanaAll’interno della residenza, nel grande salone principale, sono presenti affreschi e quadri molto belli. Nelle sale adiacenti si trovano quattro Gabinetti Cinesi. Purtroppo è visitabile solo il primo piano che è completamente ammobiliato.

villa della reginaIo l’ho visitata tre anni fa quando l’ingresso era gratuito ed erano ancora lavori da fare. Gli interni sono belli e decisamente interessanti, altrettanto la fontana e le opere nel giardino. Però avrebbe bisogno di più manutenzione!

La Villa della Regina è un posto bello e pieno di storia che merita essere visitato. Per gli orari ed il prezzo dei biglietti vi consiglio di visitare il SITO istituzionale.

Borgo Medievale di Torino

Borgo Medievale di Torino

Uno dei luoghi di interesse che non devi assolutamente farti scappare se ti trovi a Torino è il complesso del Borgo e della Rocca medievale. Il complesso sorge sulle rive del Po, nel parco del Valentino a Torino.rocca medievale torino

Entrando nel Borgo Medievale attraverso il ponte levatoio si ha la sensazione di viaggiare nel tempo tra portici, fontane, botteghe artigiane, giardini e un castello.

Un po’ di storia

Al contrario di quanto si può pensare, il Borgo medievale non è stato costruito nel tardo medioevo, ma tra il 1882 e il 1884 in occasione dell’Esposizione Generale Italiana. A chiedere la sua costruzione è stato un gruppo di intellettuali e artisti che si sono ispirarti a chiese e castelli piemontesi e valdostani per riprodurre un borgo che sembrasse il più veritiero possibile.

borgo medievale torinoborgo medievale torinoL’intero complesso era destinato alla demolizione al termine dell’Esposizione Generale ma nel 1942 il borgo diventa un museo civico unico nel suo genere.

Anche la Rocca ha la stessa origine, costruita in occasione dell’Esposizione Generale, su modello di diversi castelli piemontesi e valdostani. Una costruzione imponente su quattro piani che ospita al suo interno diverse stanze, due cucine e una prigione al piano interrato.

Per completare questo bellissimo borgo, nel 1996 è stato riprodotto anche un piccolo giardino sempre in stile medievale. Troviamo il Giardino delle delizie, ricco di piante da fiore, il Giardino dei “rimedi semplici” con erbe aromatiche e medicamentose, e l’Orto, con il capanno per ricoverare gli attrezzi.

giardino della rocca medievale torinoLa visita

La visita può dividersi in due parti: la prima, a libero accesso, interessa il Borgo, mentre la seconda, con biglietto a pagamento, porta al castello e al giardino.

La visita alla Rocca dura circa 45 minuti ed è sempre accompagnata da personale del museo.

Per informazioni su orari e costi visitate il SITO.

Il Borgo medievale di Torino è un luogo adatto a tutta la famiglia, ideale per una passeggiata che può proseguire poi nel Parco di Valentino.